Una ricercatrice negli USA – prima puntata

Posted on novembre 27, 2008. Filed under: Attualità e politica, Ricerca | Tag:, , , , |

Mi trovo negli Stati Uniti
da un giorno, per l’ennesima trasferta di lavoro oltreoceano.
Ricercatrice precaria in Fisica, lavoro per l’Università di Padova e l’INFN all’esperimento CDF a Fermilab.
INFN? CDF? Fermilab? Un passo alla volta…
INFN (www.infn.it) è l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, istituito nel 1951 per proseguire e sviluppare la tradizione scientifica iniziata negli anni ’30 con le ricerche teoriche e sperimentali di fisica nucleare di Enrico Fermi e della sua scuola.
CDF (Collider Detector at Fermilab) (www-cdf.fnal.gov) è un rivelatore di particelle, simile ai più famosi e recenti rivelatori di LHC (www.cern.ch) di cui si è parlato tanto (e spesso a sproposito) negli ultimi tempi.
Fermilab (www.fnal.gov) è un bel laboratorio situato a pochi km da Chicago, costruito proprio in onore di Enrico Fermi, uno dei più grandi scienziati italiani, vincitore di un premio Nobel e purtroppo ormai quasi dimenticato nel nostro paese.
Non penso che molti cittadini italiani sappiano che con le loro tasse negli ultimi 20 anni hanno sostenuto uno degli esperimenti più longevi e prolifici della fisica delle particelle. L’Italia infatti, con l’INFN,  è, assieme a Giappone e USA,  uno dei fondatori di CDF e ancora oggi contribuisce al buon funzionamento dell’esperimento, pagando parte dei costi di gestione e i fisici italiani che mantengono in buono stato il rivelatore e raccolgono e analizzano i dati prodotti.
A Fermilab si fa ricerca di base, per capire come è fatta la materia di cui abbiamo esperienza tutti i giorni, quali forze la governano e in base a quali leggi. E un grosso contributo a questa ricerca di alto livello viene proprio dall’Italia. C’è da esserne orgogliosi, o no?
Io lo sono, e su questo blog vorrei raccontarvi come è la  vita di noi ricercatori qui negli USA e in Italia, che aspettative e che progetti abbiamo, quali contributi potremmo e vorremmo dare alla società e alla poltica italiana.
Intanto, dato che oggi qui è il Giorno del Ringraziamento, colgo l’occasione  per ringraziare i cittadini statunitensi,  per averci dimostrato con l’elezione di Barack Obama che il cambiamento è veramente possibile, anche in un momento di crisi come questo.
Ci stanno proprio dando una bella lezione… o no?
Silvia Amerio

Annunci

Make a Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: