Morale… a terra

Posted on dicembre 19, 2008. Filed under: Attualità e politica | Tag:, , |

Siamo giovani di centro sinistra. Il progetto del PD, cioè della creazione di un grande partito democratico che accetti al suo interno posizioni e tradizioni politiche diverse e che ricerchi tra queste la miglior sintesi possibile, ci interessa. E’ una scommessa di grande portata. La grandezza storica del progetto però è stata già messa a repentaglio, negli ultimi mesi, da vari personalismi (di singoli esponenti del PD e dalle loro correnti). Nelle ultime settimane essa è messa in discussione dalla disonestà di altre.

Le inchieste della magistratura stanno rendendo pubblici episodi di malgoverno, immoralità e illegalità. A noi dispiace che siano i giudici a fare questo compito: rimuovere la spazzatura che c’è dentro il PD deve essere compito del PD stesso. Se non lo fa, si dimostra assolutamente inidoneo a raggiungere gli obiettivi che si è dato. E questa sarebbe una tragedia. Non tanto per il partito che se è marcio e corrotto è giusto che sparisca, quanto per l’Italia e per le speranze di chi crede che un mondo diverso sia possibile. La scena politica rimarrebbe libera per una destra antimoderna e una sinistra incapace di governare.

Cosa si può fare? Tutti – donne e uomini, giovani e anziani, dentro i partiti e fuori – dobbiamo rivelare ogni azione immorale, ogni intrigo di palazzo, denunciare ogni azione illegale, criticare apertamente coloro che accettano furti, appropriazioni, malegestioni e inefficienze. Talvolta questi comportamenti vengono giustificati dalla necessità di perseguire uno scopo superiore. NON CREDIAMOCI! Non dobbiamo accettare il fine che giustifica i mezzi: non ci sarà nessuna salvezza al di là del guado, nessuna pace dopo le bombe, nessuna onestà dopo la rapina. L’unico percorso perseguibile è quello della fatica giornaliera, della ricerca della coerenza, della rinuncia alla strumentalità delle posizioni.

E chi dentro il PD c’è già e magari ricopre ruoli dirigenziali, si ricordi che esiste un codice etico che ha sottoscritto. Un codice che al primo punto afferma che “Le donne e gli uomini che aderiscono al Partito Democratico riconoscono nella Costituzione italiana la fonte primaria delle regole della comunità politica. Considerano i suoi principi, insieme a quelli sanciti nelle Carte sui diritti umani e sulle libertà fondamentali, il riferimento di un impegno politico al pieno servizio del bene comune, della giustizia sociale, di un modello inclusivo di convivenza”. Noi che in questo codice etico ci abbiamo creduto, siamo stanchi di vederlo troppe volte ignorato e calpestato. Siamo stanchi di vedere che in questo nuovo partito tutto è sempre più uguale a prima. Siamo stanchi di vedere giorno dopo giorno che il nostro sogno sta andando in fumo.

Non so se ce la possiamo fare a cambiare qualcosa, ma speriamo che qualcuno ascolti questo grido di dolore e rabbia.

Annunci

Make a Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Una Risposta to “Morale… a terra”

RSS Feed for RICOSTITUENTE Comments RSS Feed

Ragazzi,

sebbene non sia un elettore del PD (e non abbia nessuna intenzione di diventarlo) leggo con estremo interesse e speranza questo vostro spazio e, nonostante il mio disimpegno, condivido la vostra amarezza.
Anch’io come voi credevo che questo movimento potesse portare un po’ di novità positive nella sfera politica italiana e mi ritrovo invece davanti a spettacoli poco edificanti, oltre che già visti.
Non posso che farvi i miei migliori auguri di riuscire a cambiare il partito da dentro, sperando che il nuovo anno porti fortuna!
Tanto per cominciare qualcosa si potrebbe fare: evitare che possa tornare in parlamento gente come questa, che parla di fumo e cialtronerie e fa da peggiore sponda politica ai piu’ eversivi disegni del governo Berlusconi in tema di giustizia:
http://toghe.blogspot.com/2008/12/violante-e-la-questione-morale-ovvero.html

Buone Feste, con l’augurio che la speranza non vi (..e ci!) abbandoni!
Gabriellllo


Where's The Comment Form?

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: