Notizie vecchie (1): San Valentino

Posted on febbraio 14, 2009. Filed under: Cultura, Inchieste | Tag: |

Cari amici di ricostituente, come spero sappiate oggi è San Valentino, la festa degli innamorati!

Se molti di voi storceranno il naso pensando ad un intero articolo dedicato ad una delle feste più commerciali della storia, preparatevi a qualche piccola sorpresa, perchè oggi ho deciso di evitare i suggerimenti su come festeggiarla per dedicarmi ad una questione certamente meno banale: chi era San Valentino? Perchè festeggiamo gli innamorati il 14 febbraio?

Questa notizia inaugura la mia nuovissima rubrica, Notizie vecchie, in cui da oggi in poi mi premurerò di aggiornarvi su notizie importanti del passato più o meno recente, collegate a fatti odierni o semplicemente disperse nella rete della cronaca moderna e della vita frenetica.

Vissuto tra il secondo e  terzo secolo dopo Cristo, Valentino fu un vescovo e martire cristiano, morto decapitato per mano di Flurius Placidus, un soldato romano, per ordine dell’Imperatore Aureliano a causa della crescente popolarità del suo tentativo di convertire il popolo al Cristianesimo. Le sue spoglie sono custodite a Terni, che lo considera il suo principale patrono, anche se San Valentino è attualmente patrono di molte città italiane, tra cui le vicine (a chi scrive) Dolo e Musile di Piave.

Ma come ha fatto un martire cristiano finito come molti in modo truculento a diventare il santo degli innamorati?

Circa due secoli dopo la sua morte, nel 496 d.C., Papa Gelasio decise di sostituire la festività pagana della fertilità, i cosiddetti lupercalia dedicati al dio Luperco, con una festa collegata alla fede cristiana, seguendo la tradizione di convertire le feste pagane in feste coerenti con la nuova religione, invece che eliminarle. Il Papa scelse il messaggio di amore diffuso dal santo Valentino quando ancora in vita, e visto che nel martirologo romano Valentino è ricordato il 14 febbraio, questo giorno è da allora diventato la festa degli innamorati.

San Valentino nella storia non è ricordato solo per la giornata dei fiori e dei cioccolatini, ma anche per un altro famoso truculento episodio (ironicamente in linea con la triste fine del santo) avvenuto negli Stati Uniti nel lontano 1929, il cosiddetto massacro di San Valentino. Il 14 febbraio del 1929 Fred Bruke, autista e luogotenente di Al Capone, entrò con una squadra di scagnozzi vestiti da poliziotti in un garage al 2122 North Clark Street, covo della banda capeggiata dal rivale di Capone, George “Bugs” Moran, per poi uccidere brutalmente tutti i presenti.

A questo episodio è dedicata un’opera cinematografica per la regia di Roger Corman del 1967.

Per chiudere la prima puntata di Storie vecchie vorrei suggerirvi alcuni vecchi film “alternativi” che parlano d’amore:

Irina Palm, una storia d’amore  e di quello che si può fare per amore, per la propria famiglia, per se stessi e per una persona speciale. Fa sorridere, commuove e riconcilia, seppur solo cinematograficamente, con alcune bruttezze della vita e della società umane.

Italiano per principianti, un film delizioso sull’amore, la vita e la semplicità (con un bel viaggio a Venezia)

Pane e tulipani, parabola femminile di una donna che scopre se stessa e il suo diritto al vero amore (ambientato sempre a Venezia)

Buon San Valentino a tutti!

Annunci

Make a Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: