VENDESI: AREA DI FORESTA AMAZZONICA GRANDE COME LA FRANCIA

Posted on giugno 26, 2009. Filed under: Ambiente, Attualità e politica, economia | Tag:, |

La deforestazione selvaggia vista dal satellite (Google Earth)

La deforestazione selvaggia vista dal satellite (Google Earth)

Non ascolto quasi mai la radio. In effetti ascolto la radio solo mentre guido e uso la macchina solo una decina di volte all’anno – più che altro per andare all’aeroporto. La settimana scorsa stavo appunto tornando da un viaggio in Italia e ho sentito questa notizia alla BBC. Ho pensato di aver capito male, in fondo era tardissimo, ero stanco e l’inglese non è la mia lingua.

Così sono tornato a casa e ho controllato, prima di tutto sul sito della BBC. Avevo capito bene: il governo brasiliano sta per privatizzare un’area di foresta amazzonica più grande della Francia. Ieri il presidente brasiliano Lula ha firmato l’atto definitivo che dà via libera al provvedimento. Ho cercato la notizia sui siti dei quotidiani inglesi e italiani ma non ho trovato granché. L’Economist propone un’analisi molto interessante degli interessi economici che sono in gioco nella riforma della proprietà terriera in Brasile.

Il disegno di legge, noto come misura provvisoria 458, era stato adottato dal parlamento con l’intenzione di garantire la sicurezza economica dei piccoli imprenditori agricoli nella regione amazzonica. Secondo il reportage della BBC, gli agricoltori che occuparono terreni prima del 2004 vivono in uno stato di profonda incertezza perché non hanno ottenuto alcun riconoscimento formale della proprietà. La questione è estremamente complessa per via del numero di casi interessati (centinaia di migliaia di appezzamenti) e dell’estensione dell’area. Sarà estremamente difficile per le autorità locali controllare lo stato di un terreno, verificare la proprietà e, in particolare, assicurare l’applicazione della nuova legge.

Gli ambientalisti, che hanno duramente criticato il progetto di riforma, sottolineano che non saranno solo i piccoli proprietari a trarne beneficio. Infatti, se l’acquisizione della proprietà formale avverrà a titolo gratuito per terreni sotto i cento ettari, sarà anche possibile ottenere per un prezzo simbolico proprietà di media grandezza e addirittura proprietà fino a 1500 ettari che verranno messe all’asta. Per queste ultime il pagamento sarà dilazionato su tempi lunghissimi. Basta aggiungere che il terreno così acquistato potrà essere venduto sul mercato tre anni dopo l’ottenimento del diritto di proprietà e il quadro si fa preoccupante.

In pratica il governo è accusato di aver approvato un’amnistia per gli approfittatori che hanno occupato vasti terreni illegalmente. Stando alla BBC, fonti della magistratura federale hanno criticato la nuova legge perché potrebbe calpestare i diritti delle comunità indigene amazzoniche se i controlli non saranno sufficientemente approfonditi.

Quello che è certo è che gli interessi in gioco sono enormi. La foto dal satellite pubblicata dall’Economist mostra le ferite profonde inferte dalla deforestazione selvaggia lungo il Rio delle Amazzoni. Al taglio degli alberi segue l’arrivo di piccoli allevatori che fanno pascolare gli animali nell’area lasciata libera, un’attività sempre più redditizia. L’idea del governo brasiliano è quella di fermare la deforestazione riconoscendo ai piccoli proprietari un diritto formale, in modo da incoraggiare lo sviluppo sostenibile ed eliminare lo sfruttamento dei contadini nell’area amazzonica. Quella approvata ieri non è certo la prima misura adottata in Brasile con questo scopo. Riuscirà Lula a mettere a tacere i critici?

Giulianosq

Annunci

Make a Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: