IL LINGOTTO … OVVERO IL SOLITO PROBLEMA DI COME TRASFORMARE IL PIOMBO IN ORO

Posted on luglio 1, 2009. Filed under: Attualità e politica, Politica | Tag:, , , , , , |

e non viceversa, quello (ci) riesce benissimo da sempre!

Facciamo come i vecchi alchimisti, dedichiamoci alle pozioni:

1) scegliere qualche parolina magica tra i discorsi dei leader emergenti
Ad esempio
Civati “È il momento. Di cambiare la nostra vita. Di far parte di un partito di cui essere orgogliosi. Di non doverci più giustificare perché crediamo nella politica. Di non dover dire più: «continuiamo a farci del male».
Serracchiani “Noi non abbiamo bisogno di un leader, noi non abbiamo bisogno di un capo, noi non abbiamo bisogno di un messia ne di una figura salvifica. Noi abbiamo bisogno di una squadra che sia la prossima classe di governo, che abbiamo come obiettivo il governo di questo Paese…”
Adinolfi “Sì, vabbè, giovani (oddio, mica tutti), carini (idem) e simpatici (non ne parliamo). Tutto bene, anche gli applausi lì a Franceschini e Bersani, che si sa che questi in teoria vogliono uccidere il padre ma è meglio se papà fa finta di essere distratto e lascia le chiavi della macchina nuova attaccate e allora gli si dà pure un bacino, che quelli del Lingotto non sono tipi da farsela a piedi.”
Scalfarotto “Il gruppo dirigente che ha guidato questo partito e che si propone di guidarlo in futuro non ha saputo evitare la crescita a dismisura del debito pubblico, il fiorire di un potere economico corporativo; non ha saputo sradicare la criminalità organizzata; non è riuscito a resistere alla tentazione di occupare le istituzioni; è stato incapace di regolamentare nuovi fenomeni sociali e prendere posizione sui diritti della persona. La nuova classe dirigente dovrà essere in grado di impegnarsi su tutti questi fronti e per poter farlo credibilmente dovrà presentare volti e profili non compromessi con queste responsabilità.”

2) mescolare con pazienza fino a quando la pozione assume un sapore gradevole conservando un certo grado di asprezza.
La formula, nel nostro caso, potrebbe essere questa: “bisogna cambiare la formazione della squadra senza attendere un papà che fa finta di essere distratto dando visibilità a volti e profili non compromessi”

3) servire agli elettori prima che si raffreddi.

Gli alchimisti più prudenti mettono in guardia i novizi sulla utilità di affidarsi -nella malaugurata ipotesi che la pozione tardi a dare i risultati sperati – anche alla scienza tradizionale (o meglio ai principi che ne costituiscono le fondamenta: rapporto causa effetto, principio di non contraddizione, etc.) per individuare qualche rimedio atto ad impedire che il piombo, in attesa di essere trasformato in oro, possa, per qualche misteriosa ragione, liquefarsi.
… e con questo rimando “polemicamente” (dall’etimo guerra, nel senso che la battaglia è ancora aperta) ad un mio precedente post -che non ha avuto molto successo- in cui mi chiedevo se era possibile individuare una serie di piccole azioni concrete da porre in essere quotidianamente lungo la via del rinnovamento?

Tommaso

Annunci

Make a Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

2 Risposte to “IL LINGOTTO … OVVERO IL SOLITO PROBLEMA DI COME TRASFORMARE IL PIOMBO IN ORO”

RSS Feed for RICOSTITUENTE Comments RSS Feed

ma chi l’ha scritto? e se ti dicessi che ci ho capito poco? e soprattuto che volevi dire?

Preciso
Il lingotto tradizionalmente è d’oro, ma ne possono esistere anche di piombo. Il Lingotto è il luogo in cui si ritrova quella che vorrebbe essere la futura classe dirigente del Pd. Quello che emerge, o olmeno che traspare (ma politicamente le cose si equivalgono abbastanza), da questi incontri, secondo la mia opinione, sono le tradizionali “alchimie”, cioè messaggi generici, magari altisonanti, adatti a gasare la truppa, ma privi di precisi e puntuali riferimenti concreti: di qui il gioco tra Lingotto come luogo della politica che richiama il lingotto come forma che può assumere la materia prima vile o preziosa ed il riferimento alla mitica credenza che il piombo possa essere tramutato in oro semplicemente pronunciando una formula magica o attraverso una procedura alchemica, mentre nella realtà il piombo resta piombo ed è uguale all’oro solo quando il lingotto ti cade su un piede!


Where's The Comment Form?

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: