IL FILM: IL MIO AMICO ERIC (LOOKING FOR ERIC, 2009)

Posted on ottobre 19, 2009. Filed under: Cultura | Tag:, |

La locandina del film.

La locandina del film.

Ho visto l’ultimo film di Ken Loach, Looking for Eric, a Londra poche settimane fa. Il pubblico era un po’ insolito per un piccolo cinema indipendente come Riverside Studios: c’erano gruppi di ragazzi con la maglietta del Manchester United e pochissime donne. In effetti uno dei temi del film è il calcio, per quanto visto nell’ottica nostalgica di un vecchio tifoso come Ken Loach.

Guardando il film si ha subito l’impressione, tuttavia, che attraverso questa scelta di temi Ken Loach voglia parlarci dei cambiamenti della società e soprattutto del disagio del protagonista, interpretato con grande bravura da Steve Evets. Dalle conversazioni tra i personaggi emerge la nostalgia per un passato in cui i prezzi dei biglietti erano accessibili e gli sponsor e i diritti televisivi non erano così importanti.

Ma soprattutto, come dicevo, il film segue la vicenda personale di Eric, postino in una zona qualunque di una città inglese qualunque. La prima scena propone l’incubo di tutti noi che abbiamo imparato a guidare a destra e poi siamo andati a vivere in Gran Bretagna: Eric imbocca una rotonda contromano e provoca un incidente. Il film presenta quindi la vita piena di problemi del protagonista, trattato male dai figli, stanco del suo lavoro, schiacciato dal rimorso per aver abbandonato moglie e figlia molti anni prima.

Nonostante questo inizio drammatico, il tono del film è senza dubbio comico. In aiuto di Eric, infatti, vengono i suoi colleghi (che organizzano una divertentissima quanto improbabile seduta di training autogeno) e un angelo custode molto particolare, ovvero il calciatore Eric Cantona. Quest’ultimo è un’apparizione che solo Eric il postino può vedere, soprattutto dopo qualche birra e uno spinello. Dopo la sorpresa iniziale (Eric chiede al suo idolo di parlare francese per dimostrare che è veramente Le Roi) le situazioni divertenti si susseguono. Alla fine Cantona aiuterà Eric ad affrontare i suoi problemi su tutti i fronti: sia i gangster da quattro soldi con cui si è inguaiato il figlio, sia il rapporto con la ex moglie.

Looking for Eric è soprattutto, a mio parere, un film sui rapporti umani, in particolare sull’importanza dell’amicizia. Sono infatti gli amici di Eric a tirarlo fuori dai guai in un finale imperniato su una geniale invenzione dello sceneggiatore (che naturalmente non ho intenzione di svelarvi). La lezione più importante che Eric riceve dal suo idolo Cantona è che è importante aprirsi agli altri quando siamo in difficoltà.

Nel complesso, consiglierei a tutti di andare a vedere il film. Non avevo mai visto, nei film precedenti di Loach, un’apertura così netta al registro comico e devo dire che il film è molto riuscito da quel punto di vista. Gli attori, per la maggior parte dilettanti o semi-professionisti, danno una prova molto convincente. L’idea di coinvolgere Eric Cantona, poi, mostrando anche spezzoni originali dei suoi gol e delle sue interviste, funziona perfettamente nell’economia del film.

Giuliano

Annunci

Make a Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: