I FINANZIAMENTI PUBBLICI

Posted on gennaio 12, 2010. Filed under: Attualità e politica, Politica | Tag:, , |

Tanto per cominciare il nuovo anno con una ventata di ottimismo. Peraltro vedo che anche il post precedente di Marco non fornisce grandi speranze per il futuro…

Menomale che c’è Valerio che ha chiuso il 2009 alla grande!

Bene, so già che questo mio post provocherà tanti malumori, ma devo pur sfogarmi in qualche modo! Il fatto è questo: come molti di voi sanno, lavoro spesso su progetti (di cooperazione internazionale, formazione e altro) finanziati in tutto o in parte con fondi pubblici (Regione, Province, Unione Europea, Ministeri vari…). Perché dovrei provocare malumori? Perché alcuni di voi lavorano presso gli enti che erogano i finanziamenti! Insomma vorrei premettere a scanso di equivoci: non prendetela come un fatto personale, sto facendo un discorso generale. E poi non credo proprio che siate voi a poter aprire o chiudere i cordoni della saccoccia…

Schei

Insomma negli ultimi tempi, diciamo un paio d’anni, mi si sta facendo sempre più forte una sensazione. Mi sbaglierò, ma quando otteniamo dei finanziamenti, sempre più spesso mi pare che questo avvenga a prescindere dalla qualità delle proposte progettuali. In alcuni casi ho addirittura la sensazione (quando non la certezza) che i progetti non vengano nemmeno letti, ma che ci si soffermi, per dirla papale papale, sul “colore” o le simpatie politiche di chi propone l’iniziativa, o peggio su chi ci ha “presentato” al dirigente o al responsabile dell’ente finanziatore.

E’ evidente innanzitutto che una cosa del genere, per chi come me fa progetti di professione, è una cosa davvero svilente che porta la mia autostima a livelli prossimi allo zero! Tradotto: ma chi me lo fa fare di lavorare come un mulo per fare un buon progetto, se non è quello che conta perché il progetto venga finanziato?

Ma la cosa davvero triste su cui vorrei soffermarmi è l’ambiente in cui devo muovermi. Intendiamoci, non sto parlando di mazzette al dirigente o al papavero di turno per far passare il progetto (non credo arriverei mai a tanto!) Ma per certi versi sento che siamo regrediti a ben prima della caduta della cosiddetta “prima repubblica”. Si tratta di tutto un sistema di amicizie, calcoli, contropartite, compromessi (nel senso negativo del termine) a cui ormai quasi sempre ci si sente costretti se si vuole lavorare. Oltretutto, trattandosi il più delle volte di progetti da realizzare in paesi in via di sviluppo, viene davvero da chiedersi se valga ancora la pena lavorare con i finanziamenti pubblici… volete già la risposta? No, non varrebbe la pena, ma il più delle volte non ci sono alternative.

Sono troppo idealista? Forse, ma a parte le considerazioni personali sul valore della mia professionalità, non posso e non voglio (ancora) rassegnarmi ad un sistema in cui “se non hai le amicizie giuste non lavori”, anche se “è sempre stato così”. Anzi proprio per questo, non sarebbe ora di cambiare? Ma cambiare sul serio, non come vorrebbe un Ministro della Repubblica che, dopo essersi guadagnato l’esame di Stato in un ambientino “facile”, giura solennemente che d’ora in poi “verrà premiato il merito”!

Attendo con ansia i vostri commenti. Se confermeranno tutti le mie sensazioni, avrò due strade davanti:

1)     Emigrazione in un paese ugualmente scalcagnato, ma almeno un po’ più efficiente e dignitoso

2)     Permanenza in Italia previa iscrizione a tutti i principali partiti politici, per l’utilizzo della tessera giusta di volta in volta 

A presto e buon 2010 a tutti!

Alvise

Annunci

Make a Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: