IL FILM: TREELESS MOUNTAIN (2008)

Posted on febbraio 1, 2010. Filed under: Cultura | Tag:, , |

La locandina del film.

La locandina del film.

Tra tutti i film che erano in programma la settimana scorsa, dopo aver dato un’occhiata alle recensioni, ho scelto Treeless mountain. Nel complesso, il critico del New York Times è più entusiasta di quelli del Guardian e dell’Independent ma tutti sono d’accordo nel dire che la regista e sceneggiatrice So Yong Kim ha ottenuto una prova convincente dalle due protagoniste, Hee Yeon Kim e Song Hee Kim, due bambine di sei e quattro anni.

Il film racconta la storia di due bambine di Seul, Jin e Bin, che vivono in piccolo appartamento con la madre. All’inizio accade l’evento che scatenerà tutti gli sviluppi successivi nella vita di Jin e Bin: la madre decide di affidarle temporaneamente alla cognata mentre cerca di rintracciare l’uomo che l’ha abbandonata, il padre delle bambine. La zia si disinteressa delle nipoti, che tratta molto freddamente, e a volte le lascia sole per andare ad ubriacarsi. Nel frattempo le bambine cercano di riempire un piccolo salvadanaio a forma di porcellino perché la madre aveva promesso che sarebbe stata di ritorno prima che il porcellino fosse pieno. Le cose, tuttavia, prendono una piega molto diversa e la zia riceve una lettera dalla madre che la autorizza a portare Bin e Jin in campagna dai nonni.
Questi ultimi accolgono le nipoti con un po’ più di calore ma il clima di tensione tra gli adulti non sfugge alle bambine.

La cinepresa segue sempre le due protagoniste da vicino, con inquadrature asfissianti in primo piano dell’espressione seria di Jin. In generale, il film ci trasporta nel mondo delle due bambine mentre ragionano su quale sia la migliore strategia per riempire il salvadanaio al più presto o si ingegnano a vendere cavallette fritte per racimolare più spiccioli.

Gli oggetti assumono un’importanza simbolica in Treeless mountain: il titolo stesso si riferisce ad un ramo secco piantato dalle bambine su un piccolo ammasso di terra (una montagna dal loro punto di vista) sul quale si siedono per controllare la fermata dell’autobus. Da lì sperano di vedere arrivare la madre, che l’autobus aveva portato via. Il salvadanaio diventa quasi un oggetto magico che racchiude il segreto del ritorno sperato. Molte inquadrature sono riservate al fuoco su cui Jin e Bin arrostiscono (non senza una dose di crudeltà infantile) le cavallette.

Gli adulti rimangono in secondo piano, sempre incapaci di risolvere veramente i problemi delle protagoniste o così deboli e oppressi che le bambine emergono come le persone più sagge nella storia.

Secondo il New York Times, la vicenda è basata, almeno in parte, sulla storia dell’infanzia della regista. Non si può negare che lo stile della narrazione sia improntato a un deciso realismo, rafforzato dallo svolgimento lineare del racconto. I fatti vengono rappresentati di fronte allo spettatore, dal punto di vista delle protagoniste, senza alcun tentativo di creare un documentario o di fare leva sui sentimenti (una tentazione anche troppo ovvia visto il tema). Il critico paragona l’approccio della regista al neorealismo italiano, a De Sica in particolare.

La mia impressione è che Treeless mountain sia più che altro un film sulla speranza, sul coraggio rappresentato dalla testardaggine di queste due bambine che non comprendono il mondo degli adulti ma riescono a sopportare il loro destino sostenendosi l’una con l’altra. E’ un omaggio commovente alla capacità di guardare avanti con un sorriso che solo i bambini possono avere. Un piccolo gioiello.

Giulianosq

Annunci

Make a Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: