A LITTLE NUDGE

Posted on marzo 4, 2010. Filed under: Attualità e politica, Cultura, economia, Ricerca | Tag: |

La copertina del libro

Può un libro firmato da due economisti della nota scuola di Chicago essere chiaro, divertente e terribilmente attuale e parlare di politica e di Homer Simpson?

Se parliamo di NUDGE, la risposta è senza dubbio sì! Questo libro di Richard Thaler e Cass Sunstein accompagna il lettore in una rivisitazione dell’economia neoclassica alla luce degli studi sul comportamento umano nelle più classiche decisioni economiche, spiegandoci come l’uomo “economico” della teoria sia diverso da noi comuni “umani”. Scoprire perchè è facile mettere “”perdere 10 kili” nella lista dei buoni propositi di fine anno per poi non riuscire a dire no all’ennesimo cioccolatino, è solo una delle cose che tutti noi “Umani” abbiamo in comune!

Attraverso una serie di esempi anche molto buffi che coinvolgono spesso uno o entrambi gli autori (o anche Homer Simpson), vengono spiegate le più importanti scoperte di quella che viene chiamata “economia comportamentale“, dal metodo sperimentale (come si fanno gli esperimenti in economia e perchè possiamo credere che ci dicano qualcosa sulla realtà?), a tutte le evidenze che contraddicono la teoria e a modi (spesso divertenti) in cui possiamo aiutarci a raggiungere gli obiettivi che ci prefiggiamo.

Tornando all’esempio dei 10 kili da perdere, il meccanismo che gli autori suggeriscono è quello di cominciare la dieta insieme ad un amico, fissare obiettivi comuni e introdurre il seguente meccanismo di controllo: in un qualunque momento uno dei due può chiamare l’altro ad una sessione di pesatura e se il peso non è in linea con il programma… beh si paga una multa!

Personalmente mi interesso di studiare come il comportamento umano si discosti dalle previsioni dell’economia neoclassica, e come gli autori di questo libro, mi chiedo come utilizzare queste informazioni per costruire istituzioni migliori, capaci di aiutare e non schiacciare gli Umani nelle decisioni di tutti i giorni. Al di là del fatto che vi convinca o meno la loro idea di “paternalismo liberale” è indubbio che semplici “spintarelle” (nudges appunto) possano a volte indirizzare l’umano inesperto in percorsi di scelta più comprensibili e quindi a decisioni più ragionate (anche se con la razionalità “limitata” di un Umano). Lo spirito del paternalismo liberale è appunto aumentare la trasparenza delle scelte, non limitare il numero delle opzioni. Ad esempio nella scelta di un mutuo, produrre delle tabelle confrontabili che mostrano la rata futura in diversi scenari economici più o meno favorevoli consente a tutti di comprendere meglio termini e rischi della scelta che sta facendo.

A molti ( e spesso anche a me) la teoria economica sembra qualcosa di assurdamente complicato o troppo astratto per essere applicato nella vita di tutti i giorni. Gli ultimi vent’anni e un gruppo molto nutrito di economisti, psicologi e teorici delle decisioni ci hanno portato un nuovo modo di vedere l’economia, non in contrapposizione con il caso generale che elegantemente ancora rappresenta la teoria neoclassica, ma con un dettaglio diverso e più vicino alla nostra esperienza.

Capire come e perchè siamo influenzati dal contesto in cui prendiamo decisioni è molto importante per capire come gestire meglio tutti quei processi collettivi che affrontiamo ogni giorno, dalle scelte ambientali alla nostra visione di società e per una volta degli economisti ce lo spiegano facendoci anche sorridere!

-Caterina

Annunci

Make a Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: