MA E’ PROPRIO VERO CHE SIAMO USCITI DALLA CRISI MEGLIO DEGLI ALTRI?

Posted on marzo 6, 2010. Filed under: economia | Tag:, , |

Andamento del PIL nei principali paesi dell'euro.Si è fatto un gran parlare sui giornali della tenuta dimostrata dall’economia italiana durante la crisi del credito. Più esponenti del governo hanno ripetuto che ce la siamo cavata meglio degli altri Paesi europei, il che ci farebbe sperare in una ripresa rapida e duratura. Se dovessi giudicare dalle mie impressioni di italiano all’estero, direi che non è esattamente così: gli italiani con cui ho a che fare mi sembrano preoccupati per il futuro almeno tanto quanto gli inglesi, nonostante l’effetto devastante che il credit crunch ha avuto sulla vita economica di Londra. Così ho pensato di dare una rapida occhiata ai numeri.

Ho preso i dati dell’OCSE sulla contabilità nazionale e ho controllato il tasso di crescita trimestrale del PIL, il principale indicatore della salute dell’economia, delle cinque più grandi nazioni dell’Europa occidentale. La prima conclusione è che la crisi ha avuto un effetto molto simile sui cinque Paesi o, in altre parole, che i cicli economici sono molto allineati. Perfino il PIL della Gran Bretagna, che non fa parte dell’unione monetaria, ha avuto lo stesso andamento degli altri.

In secondo luogo, la Germania e la Francia sono emerse dalla recessione prima di tutti gli altri (nel secondo trimestre del 2009). L’Italia ha fatto molto bene nel terzo trimestre del 2009 ma per il resto non sembra spiccare come la nazione che se l’è cavata meglio di tutte. Anche in confronto a Gran Bretagna e Spagna, abbiamo fatto meglio nella fase di inizio della ripresa ma abbiamo sofferto di più (particolarmente rispetto agli spagnoli) nel punto più profondo della crisi. In conclusione, al massimo si può dire che non ne siamo usciti peggio degli altri ma niente di più.

Eppure il nostro sistema bancario sembra meno esposto degli altri ad una crisi generata inizialmente dall’esposizione a complessi prodotti strutturati, come spiega un articolo del Financial Times dell’anno scorso. Nessun altro settore bancario è così legato ai depositi dei piccoli risparmiatori come il nostro, come non si stancano di ripeterci gli ottimisti. Cosa ne pensano i mercati finanziari?

Gli investitori si fidano meno del governo italiano come debitore, rispetto a quasi tutti gli altri Paesi dell’euro. Infatti, secondo Bloomberg al momento attuale il Tesoro deve pagare un tasso di interesse intorno al 3.95% per farsi prestare soldi attraverso un’obbligazione (un BTP) per dieci anni. Alla Germania basta pagare un interesse del 3.16%. Poiché i titoli di stato si equivalgono (stessa scadenza e stessa valuta), la differenza viene di solito attribuita al diverso rischio di fallimento dei due emittenti. Per fare un paragone, la Grecia sull’orlo del tracollo è arrivata ad un tasso del 6.06%. Rispetto all’Italia, la Spagna è messa leggermente meglio (3.86%). E la Francia paga ancora poco più del governo tedesco sul debito del tesoro (3.44%).

In conclusione, se dovessimo guardare meramente ai numeri, la conclusione sarebbe che non siamo messi meglio degli altri. Anzi, a ben guardare c’è poco da stare allegri.

Giulianosq

Annunci

Make a Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Una Risposta to “MA E’ PROPRIO VERO CHE SIAMO USCITI DALLA CRISI MEGLIO DEGLI ALTRI?”

RSS Feed for RICOSTITUENTE Comments RSS Feed


Where's The Comment Form?

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: