L’UOMO CHE E’ VENUTO

Posted on marzo 9, 2010. Filed under: Cultura | Tag: |

L'uomo che verrà

L'uomo che verrà

C’è un bel film italiano al cinema in questi giorni: “L’uomo che verrà” di Giorgio Diritti. L’occasione narrativa del film è l’eccidio nazista di Marzabotto (1944), il tema è quello, mi sembra,  del rapporto che c’è fra l’uomo in tempo di pace e l’uomo in tempo di guerra. Fra l’uomo che c’è, in guerra, e l’uomo che verrà, una volta finita la guerra, in pace. Lo svolgimento del film mi sembra che dica che sono lo stesso uomo. L’uomo che accetta sorridendo una bruschetta dai contadini è anche l’uomo che in seguito uccide quegli stessi contadini. E’ proprio il rifiuto della retorica romanzesca l’aspetto che più ha fatto discutere di questo film, ma forse anche il suo maggior pregio, oggi, in Italia, dove si romanza tutto infischiandosene della realtà e dell’onestà.

Che l’uomo sia sempre lo stesso uomo, quello che c’è stato, quello che c’è e quello che verrà, è dimostrato dal fatto che oggi siamo governati da un tizio che potrebbe essere quel bambino che siede sulle ginocchia della sorellina muta nella scena finale del film. E’ questo l’Uomo che verrà per il quale i nostri nonni hanno combattuto e sono morti?

Valerio

Annunci

Make a Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: